Vigilia di esordio in campionato per la Pro Patria. A poche ore dalla sfida con la Pistoiese in programma domani alle 16.30 allo “Speroni” di Busto Arsizio, ecco le parole di Mister Ivan Javorcic:
“Non vediamo l’ora di iniziare. Sono stati due mesi lunghi, intensi, che ci sono serviti per prepararci al meglio.
Ci ritroviamo in un Girone A forte e molto interessante per diversi aspetti.
Oggi i giudizi sono tutti sospesi, è altrettanto vero che ci sono almeno sette squadre che possono ambire a vincere il campionato. C’è un gap abbastanza ampio tra chi vuole andare in B e chi ha come obiettivo, come noi, la salvezza”.
 
“Siamo una squadra nuova che arriva da un campionato inferiore. Dobbiamo essere spinti dall’entusiasmo e dalla voglia di scoprire questa categoria e di dimostrare di poterci rimanere. E’ l’anno del Centenario, con lo Scudetto cucito al petto e sono sicuramente due fattori che potranno darci una spinta maggiore”.
 
“Dobbiamo saper essere solidi, tosti, dobbiamo difendere, attaccare, mantenere equilibrio, curare i particolari. Di partita in partita e nei diversi contesti dobbiamo essere bravi ad adattarci alle situazioni”.
“La gara con la Pistoiese dal punto di vista motivazionale si prepara da sola. Le motivazioni sono altissime per l’esordio in Serie C. Dobbiamo saper leggere le diverse sfumature del match. Incontriamo una squadra con un allenatore esperto (Indiani) che stimo molto. Le sue formazioni hanno sempre avuto un’impronta ben definita. Sono curioso di affrontarlo”.