“Abbiamo avuto tante occasioni nel primo tempo: la differenza è stata che il Ciliverghe ha fatto gol e noi no. Nel secondo tempo abbiamo provato a spingere i primi dieci minuti senza però creare mai nulla di clamoroso. Quando siamo rimasti in dieci la partita è inevitabilmente finita.

Ci da fastidio soprattutto il primo tempo: il primo gol è arrivato da una disattenzione nostra e poi abbiamo sbagliato tanto.

Può capitare la partita sbagliata: l’importante è imparare dagli errori ed essere più lucidi e cattivi.

La partita inizialmente è stata interpretata bene. Nel corso della gara però possono capitare delle cose, nel caso di oggi il gol arrivato a pochi minuti dal fischio d’inizio, che possono cambiarne l’inerzia. Dobbiamo reagire e dobbiamo essere bravi ad imparare dagli sbagli per diventare una grande squadra.